CMS in un server LAMP in un lamp-o Parte 1: Installare Apache

Scrivo questo articolo con l’intenzione di aiutare chi , alle prime armi con linux, volesse installare un server web pronto ad ospitare un blog, un wiki o una piattaforma CMS (Content Management System). Ecco gli ingredienti:

  • Server Web Apache2: Open Source, diffusissimo, affidabile, aggiornato ,supporta innumerevoli moduli ed è performante
  • Server Database Mysql: Sicuramente uno dei software più famosi e diffusi del mondo, assieme ad Apache e PHP governa gran parte della internet che conosciamo
  • PHP5: Il linguaggio di scripting più diffuso del web, motore del 90% dei blog engine esistenti


Per prima cosa dobbiamo installare apache2, se avete un gestore di pacchetti come apt-get, yum o pirut, non avrete problemi, basterà inserire apache2 come parola chiave e non avrete problemi. Se invece (scelta consigliata) volete configurare a mainina il vostro serverino =) ed effettuare un po di labor limae sulla configurazione, dovete prelevare i sorgenti da qui. Una volta ottenuto il pacchetto, decomprimetelo con il vostro gestore di pacchetti, oppure da terminale con:
tar -xjvf httpd-xx.xx.xx.tar.bz2
A questo punto spostatevi all’interno della directory appena creata con
cd httpd-xx.xx.xx
Siamo pronti per lanciare il configure, e (owiamente =) configurare l’installazione del nostro server, che per comodità (procederemo così anche per mysql) installeremo nella directory /usr/local/apache . Aggiungeremo al nostro server il supporto al linguaggio di scripting PHP, così ricorreremo al Multi-Processing-Module (MPM); il comando per installare apache come lo vogliamo noi è:
./configure –prefix=/usr/local/apache –with-mpm=prefork –enable-so
A questo punto digitate il comando make> per compilare i pacchetti, e poi da utente root, make install
Andiamo (da root) a lanciare il comando per l’avvio del demone HTTP:
/usr/local/apache/bin/apachectl start
Se questo comando non dovesse funzionare, controllate la cartella /usr/local/apache/bin, il nome dell’eseguibile potrebbe essere leggermente diverso, ad esempio apache2ctl, varia da pacchetto a pacchetto.
Per testare l’effettivo funzionamento di apache, puntate il browser verso http://localhost:80, se compare la scritta “it works” siamo pronti per il prossimo articolo!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...