Windows Vista + Eclipse + Git + Github

Di recente mi sono stati proposti due progetti davvero interessanti riguardanti il web2.0 per prepararmi al meglio ho deciso di riorganizzare le mie carissime e fidatissime classi php che utilizzo da tempo in un piccolo framework che mi permetta di prototipizzare alcune operazioni comuni.

Come servizio di project hosting mi sono affidato a Github, che come suggerisce il nome utilizza repository Git, ecco quindi i passi da compiere per avere un sistema funzionante:

  • Create un account su Github.com
  • Create un repository su github.com con il nome del vostro progetto
  • Seguite questa guida per installare Git su sistemi Windows
  • Aprite Eclipse e nel tab Help cliccate su “install new software”, selezionate il repository “all available site” e nel filtro di ricerca scrivete Git, dovreste trovare un pacchetto chiamato EGit ed uno chiamato JGit, io ho installato EGit quindi faccio riferimento a quello
  • Al posto di creare un nuovo progetto su eclipse, andate su File->Import->Git->Projects from Git ed inserite i dati relativi al vostro repository git locale
  • Importate con il wizard per semplicità

A questo punto avete il vostro progetto collegato al repository Git hostato da Github.com, manca solo un piccolo dettaglio che mi ha creato 5 minuti di panico :

Per qualche motivo, Eclipse cerca di default le vostre chiavi RSA per SSH nella cartella {USER}/ssh invece di {USER}/.ssh . In rete ho trovato due modi per risolvere il problema in windows. Il primo consiglia di creare un link alla directory .ssh e chiamarlo ssh in modo che eclipse la trovi (il comando in questione dovrebbe essere mklink \D .ssh ssh). Il secondo metodo che ha funzionato per me, consiste nel modificare una opzione di eclipse, ovvero andate su Window->Preferences->General->Network Connection->SSH2 e mettete il punto davanti alla benedetta directory ssh.

Buon teamwork a tutti 🙂

Annunci

Recuperare le password di WordPress dal Database

Mi è capitato di perdere la password dell’utente admin nella mia installazione locale di WordPress, quella con cui faccio gli esperimenti per intenderci :D. Dopo aver provato ad inserire le solite 12 password che mi rigiro tra i vari siti internet mi è caduto l’occhio sulla trayicon di Windows, in particolare sull’icona di Wamp, il software che ti porta Apache mysql e php in un unico pacchetto corredato da diverse utility, tra cui quella che mi ha risparmiato molto tempo in questa occasione: Phpmyadmin.

Non sto a scrivere una articolo su questo famosissimo software, ma vi spiego come utilizzarlo in maniera molto banale per recuperare le password perse.

Ogni CMS o Blogging engine salva le password utente in una tabella Mysql specifica e di solito questa cartella è molto facile da individuare,  nel mio caso ho dovuto cercare la tabella wp_users. Nella mia installazione di wordpress l’unico account utente creato era il mio, ovvero l’admin sono andato quindi in cerca della riga corrispondente a quel profilo allo scopo di modificarla.

Una volta mostrate le righe di una tabella tramite l’apposito tasto mostra, PMA vi offre un tasto Modifica, che vi permette a ppunto di modificare le tabelle selezionate.

A questo punto, WordPress salva le password in un Hash MD5, non vi resta che cercare un hasher online , selezionare una password (che dovete ricordare questa volta!!!! :D) ed ottenere il relativo hash.

Finalmente potete modificare la password dell’utente, modificando il campo user_pass ed inserendovi l’hash che avete ottenuto.

Alcune impressioni su Windows Vista

Ho di recente acquistato un nuovo PC Desktop, un HP Pavilion che naturalmente montava ( e nel momento in cui scrivo monta ancora) UINDOUS Vista…. anche se la HP ha iniziato a commercializzare workstation con SUSE Desktop, una eventuale diffusione su larga scala è ancora lontanuccia per i motivi che tutti noi sappiamo.

Da convinto sostenitore del software Libero e soddisfattissimo utente Debian da ormai 3 anni, pensavo che non avrei avuto problemi con l’iper pompato e sponsorizzato SO made in Microsoft… ma non è stato esattamente così.

Non posso che confermare le voci di scontento degli utenti (alcuni, non ho la certezza che siano tutti scontenti 🙂 ) Vista: sin dal primo avvio, Vista mostra delle debolezze, lentezza, bugs e blocchi da cui è difficile uscire. Andiamo con calma:

Al primo avvio, Vista cerca di riconoscere l’hardware, nel mio caso è riuscito tutto senza problemi (e vorrei vedere… mica ce lho messo io Vista nell’hard disk), ma ad un certo punto è successa una cosa molto interessante: Aero, il gestore degli effetti grafici ha cominciato a fare le bizze e al posto del tema del window manager di Vista ho visualizzato qualcosa di…. “retrò”: le finestre erano misteriosamente tornate in stile Windows 98 :P.

Una volta configurato l’utente, ho avuto il controllo del sistema, installando i miei programmini come Eclipse e Counter Strike Source…. che da alcuni problemi… a volte blocca vista e costringe ad un non molto risolutivo Ctrl+Alt+Canc.

Altra cosa che mi ha fatto sorridere è stato un inaspettato reboot causato dal mio click sull’icona “Svuota Cestino”, abbastanza inspiegabile.

Personalmente mi manca Debian, e manca anche a mia sorella… che di informatica non mastica molto…. per essere un Sistema Operativo Venduto a peso d’oro con driver esclusivi per le più comuni periferiche (ma non dovrebbe intervenire l’UE???) avrebbero potuto fare uno sforzo in più…

ExploitMe: suite di estensioni per Firefox orientate alla sicurezza

Vi segnalo due interessanti tool che potrbbero facilitarvi il lavoro in caso andiate alla ricerca di possibili SQLinjections ed XSS: XSSme e SQL Inject-Me.

xsswarning.jpg

L’azienda Security Compass rilascia gratuitamente (sotto licenza GPL) questi due tool sotto forma di estensioni firefox (intanto la mia GUI di firefox diventa sempre più grassa ^^) insieme ad alcune informazioni relative ad il loro utilizzo.

Questi due semplici tool vi permettono di testare le vulnerabilità di una pagina web basandosi su una base di Vettori già noti listati in file xml inclusi nelle distribuzioni.

Estendere questi file è molto semplice, basta infatti ciccare il menu opzioni e nel pannello Strings aggiungere manualmente i vostri vettori javascript o codice SQL.
Potete anche aggiungere direttamente un altro listato xml contenente le vulnerabilità scoperte da qualcunaltro, così da permettere la condivisione di stringhe di attacco.

Sul sito della società è già incluso un file XML pronto da scaricare.

Petizione per i driver nVidia Open Source

Come utente Linux ed nVidia allo stesso tempo, mi ritrovo a supportere pienamente la petizione presentata sul sito petitiononline volta a sensibilizzare i piani alti nVidia verso gli utenti Open Source.

nVidia Logo

In poco tempo ha ricevuto molte firme, al momento in cui scrivo sono quasi 4000 e sono destinate a crescere.

come tutti saprete il problema dei driver video è l’ultimo baluardo della teoria “linux è un sistema operativo impegnativo” poichè non tutti gli utenti si sentono in grado (oppure hanno voglia??) di smanettare con moduli del Kernel o con l’eseguibile fornito dalla azienda stessa che crea non pochi problemi.. come instabilità del driver ,incompatibilità con gli upgrade del kernel, crash di X… inoltre, il testo della petizione riporta un articolo in cui gli ingegneri nvidia giustificano la mancanza di driver open source con problemi legati al licensing….

Il panorama Open Source negli ultimi anni ha superato diversi ostacoli, dalla stampa all’usb passando per i modem e le schede di rete WiFi perchè non risolvere anche questo?? in fondo linux si sta diffondendo sempre più.. basta gardare il numero di blog wordpres che taggano sotto Linux, oppure il numero di fonti di TuxFeed!!

p.S Anche se avete una Ati, votare per la petizione può esservi di aiuto!! oltre al fatto che si tratta di una buona causa per l’utenza linux , sull’nda della decisione nVidia, AMD potrbbe scegliere di fare lo stesso!! (magaaaari!!)

Il mio Grazie All’open Source.. ma anche il vostro

Ispirato dall’interessante riflessione sull’open source a cui vi ho linkati (grazie all’autore vitaliano82), ho deciso di dare uno spunto a chiunque voglia dire qualche parola sull’open source: sia che il suo giudizio sia positivo che negativo, non ci saranno censure (occhio bimbi, se spammate però vi cancello il post XD)

Ecco 21 grazie presonali verso l’Open Source

1)Scarico LIBERAMENTE la iso di ogni versione

2)Ho un sistema operativo aggiornato ogni giorno

3)Aggiorno il software con semplicità

4)Amarok il miglior riproduttore audio in circolazione

5)Faccio parte di una comunità disponibile e informatissima (anche se ancora ristrettissima rispetto alla comunità di utenti windows… ma esiste una comunità di utenti windows??)

6)Ho un Desktop Manager di nuova generazione come KDE4

7)Mi sono dimenticato che cos’è un antivirus (sarà un caso che molte minacce arrivano da WINE e mono che esegue programmi .NET?? )

8)Installo il mio amiente di sviluppo e testing PHP5 + Mysql + Apache2 + QuantaPlus in circa 6 clicks con Synaptic (naturalmente tutte le ultime versioni se ho i repo aggiornati)

9)Ho cominciato a studiare la programmazione a 14 anni quando non potevo comprarmi libri da 40 € con gli appunti di informatica libera

10)Firefox, il migliore browser web in circolazione (ma uso molto spesso Konqueror perchè salto dalla navigazione files a quella web/ftp)

11)Comunico via MSN grazie a emesene (secondo me il migliore client per il protocollo MSN)

12)Gioco Online con Manaworld e Urban Terror (ok…. ci sono giochi di gran lunga migliori nel closed source… lo ammetto ma è per completezza. e poi cercate info su Planeshift…. una meraviglia)

13)Utilizzo la maggior parte dei software esclusivi per Windows su Linux grazie a Wine

14)Apro la console in stile Quake spiengendo F12 con Yakuake

15)apt-get

16)Se mi prende lo schizzo installo parallel knoppix e ho una distro per il parallel computing

17)gOS mi mette a disposizione il primo sistema operativo totalmente orientato al Web

18)L’obiettivo di Debian è rimanere Open Source al 100% (Un po di filosofia e passione non guastano no?)

19)Scarico Metasploit (anche se non è GPL) e testo le mie aplicazioni senza sborsare un bronzino (o ramino, o qualunqu altro nome abbiano i centesimi da 1 2 e 5 , nel vostro dialetto (magari postate!! XD))

20)Perchè mia sorella, che non è un esperta di computer, può usare Debian + KDE senza chiedermi nulla

21) OpenOffice.org è semplicemente fantastico.. ha tutto quello che mi serve per l’università

Bene, so che sono un po pochini…. ma spero che aggiungiate voi quelli che ho omesso 🙂